Bilanci

La Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze è un organo periferico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che esercita, in applicazione della normativa vigente, le attività di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e dei musei del territorio fiorentino e della città di Firenze, collaborando, a tal fine,  con la "Regione" e gli "Enti Territoriali" presenti nel territorio.
Nell'ambito di tale attività, esercitata ai sensi del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (D. Lgs. 42/2004), la valorizzazione e la conservazione del patrimonio di competenza, costituiscono le principali voci di bilancio.

Sotto il profilo normativo, l’Istituto è dotato di autonomia scientifica, finanziaria, organizzativa e contabile, conferitagli ai sensi degli artt. 12, c. 3 e 17, c. 3, del D.P.R. 29 dicembre 2000, n. 441 (Regolamento recante norme di organizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali), all’atto dell’istituzione medesima, avvenuta con D.M. 11 dicembre 2001.

Presso la Soprintendenza è istituito il Consiglio di Amministrazione, presieduto dal Soprintendente; tale organo delibera il programma, il bilancio di previsione, le relative variazioni e il conto consuntivo (trasmessi entro quindici giorni, ad esclusione del programma, al Superiore Ministero e al Ministero dell’Economia e delle Finanze per l’approvazione) esprimendosi anche su ogni altra questione sottoposta al Soprintendente. È istituito inoltre il Collegio dei Revisori dei Conti della Soprintendenza composto da due funzionari del MiBACT e da un funzionario del Ministero dell’Economia e delle Finanze con funzione di Presidente.
La Soprintendenza esercita le attività di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e la relativa attività amministrativo-contabile, su numerosi complessi sedi di museo, cenacoli e ville storiche, articolati in 26 centri di costo.


Normativa di riferimento

  • Legge 29 ottobre 1984, n. 720 – Istituzione del sistema di Tesoreria Unica per enti e organismi pubblici;
  • D.M. 26 luglio 1985 del Ministero del Tesoro - Istituzione del sistema di Tesoreria Unica per enti e organismi pubblici;
  • D.M. 22 novembre 1985  del Ministero del Tesoro (ora D.M. 27 dicembre 1985) - Entrata in vigore del sistema di Tesoreria Unica per enti e organismi pubblici;
  • D. Lgs. 1 settembre 1993, n. 385  ss.mm.ii. – Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;
  • D.M. 11 dicembre 2001 – Istituzione delle Soprintendenze Speciali per i poli museali romano, napoletano, fiorentino, veneziano;
  • D.P.R. 27 febbraio 2003, n. 97 – Regolamento concernente l’amministrazione e la contabilità degli enti pubblici di cui alla legge 20 marzo 1974, n. 70;
  • D.P.R. 29 maggio 2003, n. 240 – Regolamento concernente il funzionamento amministrativo-contabile e la disciplina del servizio di cassa delle Soprintendenze dotate di autonomia gestionale;
  • D. Lgs. 10 gennaio 2004, n. 42, Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio;
  • D. Lgs. 16372/2006 – Codice dei Contratti Pubblici relativi a lavori, servizi  e forniture, in attuazione delle direttive 2004717/ce e 2004/18/ce
  • D. L. 24.01. 2012, n. 1 – Liberalizzazioni, convertito con modificazioni nella legge 24 marzo 2012, n. 27;


Obblighi di Pubblicazione

Obblighi di pubblicazione del bilancio, preventivo e consuntivo, del Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, nonché dei dati concernenti il monitoraggio degli obiettivi, art. 29, c. 1, D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33