Salve, Polo e-news.
Benvenuto in Polo e-news, la newsletter ufficiale del Polo Museale Fiorentino




A cura
di Marco Ferri
e Marco Fossi



Polo e-news | Numero 16 del 12 settembre 2012

HOME POLO MUSEALE MUSEI DEL POLO MOSTRE IN CORSO

JAN FABRE DONA DUE AUTORITRATTI AGLI UFFIZI

La vasta collezione di autoritratti della Galleria degli Uffizi da oggi si arricchisce di due nuove opere. Sono gli autoritratti che l’artista belga Jan Fabre ha donato al museo e che resteranno in mostra nella Sala del camino, al piano nobile degli Uffizi , fino al 30 settembre. Disegnatore, scultore, coreografo e sceneggiatore, il 54enne artista belga di fama internazionale ha ora il suo posto nella collezione degli autoritratti degli Uffizi grazie all’azione di Giovanna Giusti, direttrice del Dipartimento dell’Arte dell’Ottocento e Contemporanea degli Uffizi, e a quella di due appassionati d’arte della Toscana e di Firenze, Nicole d’Huart e Damien Wigny, che le hanno permesso di entrare in contatto con vari artisti belgi – tra i quali Fabre – aprendo la strada all’acquisizione di nuove importanti opere. Nel 2010 Jan Fabre concepì una serie di 18 autoritratti – che chiamò “Capitoli” – plasmati in cera marezzata da chiazze sanguigne e poi fusi in bronzo, utili per essere ora esposti in musei, ora collocati en plen air, in un bosco. L’unico comune denominatore della serie è il volto dell’artista arricchito e trasformato da vistose ramificazioni, corna, memorie del mito, orecchie d’asino, a tal punto da delinearsi un Bestiarium antropomorfo. La donazione dei due autoritratti giunge a 33 anni dalla mostra “Arte fiamminga contemporanea” allestita nel 1979 a Palazzo Rucellai, durante la quale Jan Fabre visitò ripetutamente la Galleria degli Uffizi ricavandone impressioni ed emozioni che puntualmente annotò. Per ricordare quell’avvenimento e confermnare il legame esistente tra l’artista belga e gli Uffizi, sul pieghevole che accompagna la presentazione della mostra sono riportate alcune note estratte dal Giornale notturno che l’artista compilò tra il 1978 e il 1984. In una di queste si legge:

“Firenze, 17 ottobre 1979

Sono tornato agli Uffizi, vagando dove Leonardo da Vinci e Michelangelo venivano a riposare.

A volte faccio fatica ad afferrare queste realtà.

Tutto è apparentemente vero, ma è allo stesso tempo così astratto.

La Medusa di Caravaggio? E’ pornografia pura. Quest’opera mi entra nella pelle. E’ di una bellezza senza rivali.

Una bellezza che accarezza e morde allo stesso tempo.

Quando vedrò una donna con la bocca aperta penserò a Caravaggio”.  




I FIORI DI TANO PISANO A PALAZZO DAVANZATI



Dalla Sicilia in Spagna, e adesso a Firenze. Dopo le due prestigiose mostre che lo scorso anno lo hanno visto impegnato a Firenze (presso l’Accademia del disegno) e a Viareggio (Villa Paolina), Tano Pisano esporrà le sue opere presso la casa Museo di Palazzo Davanzati. L’appuntamento è fino al 31 ottobre 2012; farà poi seguito una seconda mostra presso la Sala del Basolato nel comune di Fiesole (dal 26 novembre 2012 al 16 gennaio 2013). Si tratta di un progetto assai ambizioso e che ha richiesto un grosso impegno da parte dell’artista, siciliano di nascita, ma da tempo residente vicino Barcellona, in Spagna. La prima mostra – intitolata “Omaggio al Davanzati – Fiori” e patrocinata dal Comune di Firenze, dalla  Confederazione Nazionale Artigianato Piccola e Media Impresa e dalla Fondazione Firenze Artigianato Artistico - costituisce un vero e proprio atto di ossequio da parte dell’artista al museo fiorentino, ai suoi arredi e alla tradizione artigiana locale; l’artista infatti, prendendo ispirazione dalle opere disseminate nelle diverse sale della Casa Museo, darà vita ad una particolare rilettura degli oggetti di uso quotidiano che il visitatore incontrerà nel percorso museale, interpretandoli però in chiave moderna.  Elena Francalanci cura sia la mostra sia l’elegante catalogo edito da De Paoli Arte che l’arricchisce con i testi, oltre che dello stesso autore e della curatrice, anche della critica Marilena Pasquali. Tano Pisano è un poliedrico artista diplomato presso l’Istituto d’Arte di Catania nel 1964 e iscritto poi all’Accademia di Belle Arti di Roma, dove ha  frequentato i corsi di  Montanarini e Mino Maccari.


PITTI JAZZ: REPLICA STRAORDINARIA PER PINOCCHIO



Un successo straordinario. Una scommessa vinta grazie alla “magia” del luogo, alla qualità artistica dei musicisti e al connubio tra arte e musica. Domani serà andrà in scena, davanti la Grotta del Buontalenti nel Giardino di Boboli, la terza e ultima serata di “Pitti jazz”. Le prime due serate della rassegna muscale di jazz” hanno fatto registrare il “tutto esaurito” per cui, volendo soddisafare la grande richiesta di biglietti (ormai praticamente esauriti) per questo terzo appuntamento, è stato deciso di replicare – sempre domani sera - la performance del sassofonista Mirko Guerrini e del visual artist Massimo Ottoni dedicata a Pinocchio. A questo proposito gli orari della serata subiranno alcuni cambiamenti: alle ore 20 aprirà il cancello dell’ingresso di Bacco del Giardino di Boboli; dalle 20 alle 21 sarà possibile visitare la Grotta del Buontalenti con la nuova illuminazione realizzata grazie alla sponsorizzazione della Sammontana; alle 21.15 inizierà il primo live di Guerrini e Ottoni che si protrarrà fino alle 22.15 circa; una volta uscito il pubblico del “primo spettacolo” ed entrato quello del “secondo”, alle 22.30 inizierà la replica del live dal titolo “L’ombra di Pinocchio”, spettacolo di musica e immagini che contestualizza la fiaba di Collodi e si presta a molteplici letture; da sottolineare che solo ai possessori del tagliando per il “primo spettacolo” sarà possibile visitare, tra le 20 e le 21, la Grotta del Buontalenti; invariato il costo dell’ingresso (12 euro); i biglietti sono disponibili presso le prevendite abituali su www.eventimusicpool.it - circuito Box Office e Ticketone; info: 055-240397.


LA SEDUZIONE DELLA LINEA



È da poco uscito il libro Linea II Giochi, metamorfosi, seduzioni della linea a cura di Marzia Faietti e Gerhard Wolf. Il volume nasce grazie alla collaborazione tra il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e il Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max-Planck-Institut. Nel 2006 i due istituti hanno avviato un progetto di ricerca sul concetto di "linea" presa in esame nella sua infinita ricchezza e polisemia, e studiata in una prospettiva interculturale. Seconda tappa di questo progetto Linea II. Giochi, Metamorfosi, seduzioni della linea propone riflessioni sul disegno identificato come lineamentum, analizzando il rapporto complesso tra Linea e Disegno dalle opere del Quattrocento ai lavori del XIX secolo. I contributi raccolti nel volume hanno il loro punto di partenza nel convegno realizzato a Firenze nel novembre 2010 dal titolo Linea II – Tangents, interlaces Knots labyrinths. Structure and meaning of lines from antiquity to the contemporary period. Il volume è disponibile anche in versione eBook nei maggiori store online


MUSEO IN MUSICA IN GALLERIA PALATINA



La Galleria Palatina, in collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole e gli Amici di Palazzo Pitti, presenta Museo in Musica. 10 concerti in Sala di Bona. Appuntamenti in musica per l’estate fiorentina, che si prolungheranno fino all’11 ottobre 2012. Palazzo Pitti è da sempre ‘luogo della musica’. Qui fu rappresentata la prima dell’Euridice, composta da Jacopo Peri e Giulio Caccini, per celebrare le nozze di Maria de’ Medici con Enrico IV di Francia e Navarra, avviando nel contempo la grande stagione del melodramma italiano. Negli anni della corte medicea e poi ancora al tempo dei Lorena, il Palazzo ospitava le “accademie di canto e di suono”: i musicisti della Reale Camera si esibivano in occasione dei pranzi pubblici, delle cerimonie del baciamano, e accompagnavano le conversazioni galanti o i momenti più raccolti e privati della famiglia regnante. Il prossimo appuntamento, giovedì 13 settembre alle 17.30, vedrà protagonista la soprano Mariacarla Seraponte e la pianista Maria Grazia Donato, con musiche di Schumann, Debussy e Fauré. Ingresso gratuito per i possessori del biglietto d'ingresso alla Galleria Palatina.



IN BREVE

APERITIVO AD ARTE AGLI UFFIZI E AL BARGELLO

Mentre prosegue per tutto il mese di settembre, ogni martedì l'appuntamento al Museo Nazionale del Bargello, dopo la pausa di agosto Aperitivo ad arte ogni giovedì è programmato anche sulla terrazza degli Uffizi. Al piano nobile dell'edificio vasariano sono aperte le cosiddette "sale blu" che ospitano pitture di artisti europei dal XVI al XVIII secolo. Agli Uffizi l'appuntamento è dalle 19 alle 22.30 (ingresso 12 euro, abbonati Ataf 10 euro) e proseguirà per tutto il mese di settembre. Consigliata la prenotazione al numero 055-294883.

 

POGGIO A CAIANO: ECCO L'ASSEDIO ALLA VILLA

Dal 14 al 16 settembre alla Villa medicea di Poggio a caiano torna la manifestazione "Assedio alla Villa". In particolare il 14 e il 15 (ore 9-14.30) appuntamento con "La corte in villa", percorso gioco per le scuole; il 14 e il 15 b(stesso orario) e il 16 (ore 11) ci sarà "Stranezze della natura: animali, piante e fiori" nel Museo della Natura morta; infine in villa il 14 e 15 (stesso orario) e il 16 (ore 11) c'è "Il fregio di facciata della villa, un capolavoro del Rinascimento fiorentino", percorso didattico per le scuole. 


Polo e-news