Salve, Polo e-news.
Benvenuto in Polo e-news, la newsletter ufficiale del Polo Museale Fiorentino




A cura
di Marco Ferri
e Marco Fossi



Polo e-news | Numero 27 del 17 gennaio 2013

HOME POLO MUSEALE MUSEI DEL POLO MOSTRE IN CORSO

CAPPELLE MEDICEE: TORNA VISIBILE L'ORIGINALE CORONAMENTO DI MICHELANGELO

Torna visibile da oggi, nella cripta delle Cappelle Medicee a Firenze, l’originale “coronamento” della lanterna progettato da Michelangelo su commissione di Papa Leone X, che era collocato sulla cupola della Sagrestia Nuova della Basilica di San Lorenzo. In previsione della sua successiva quanto necessaria conservazione nel museo, il “coronamento” è stato rimosso durante i lavori per il restauro architettonico della cupola, e subito avviato al delicato restauro per opera di Ludovica Nicolai, contestualmente alla sostituzione con una copia realizzata da Andrea Fedeli. Adesso il “coronamento” trova definitiva collocazione all’interno delle Cappelle Medicee e, tra marzo e ottobre di quest’anno, sarà una delle opere più interessanti di “Nello splendore Mediceo. Papa Leone X e Firenze”, la mostra del programma di “Un anno ad arte 2013” curata da Nicoletta Baldini e dalla direttrice del museo, Monica Bietti. Non solo: l’odierna presentazione ai media del “coronamento” ormai restaurato, arricchisce ulteriormente la parte fruibile del patrimonio storico-artistico delle Cappelle Medicee, i cui visitatori potranno finalmente apprezzare “da vicino” uno tra gli oggetti meno noti della creatività michelangiolesca, scoprendone particolari e caratteristiche salienti, cui va aggiunto il legame esistente tra alcuni disegni geometrici di Leonardo da Vinci e la figura progettata da Michelangelo. (Approfondisci)




VISITE GUIDATE AI MAI VISTI



Prosegue, alle Reali Poste degli Uffizi fino al 3 febbraio, l'edizione 2013 della mostra dedicata ai "Mai Visti". dal titolo "L?Alchimia e le arti". Fino al 2 febbraio è stato organizzato un programma di visite guidate gratuite svolte dal personale assistente alla vigilanza della Galleria degli Uffizi. Queste sono in programma, fino al 2 febbraio prossimo, ogni venerdì alle ore 10, 12, 14.15 e 15.30; il sabato alle ore 12, 14.15 e 15.30. 


AVVISI UTILI



Fino al 21 gennaio 2013, la Sagrestia Nuova, appartenente al complesso museale delle Cappelle Medicee, resterà chiusa per improrogabili lavori da effettuarsi. Si avvertono i gentili visitatori che sabato 26 gennaio il Chiostro dello Scalzo di via Cavour resterà chiuso per l'intera giornata. Domenica 17 febbraio 2013 la Galleria dell'Accademia chiude alle ore 17.00 per la presentazione del fondo archivistico Bartolini - Pianeti recentemente acquisito. 


CONCERTO ALLA GALLERIA DELL'ACCADEMIA



La Galleria dell’Accademia ha tra i suoi obiettivi quello di far suonare con una certa regolarità gli strumenti storici della Collezione del Conservatorio “Luigi Cherubini”. Gli strumenti, che per la loro importanza storica richiedono cure assidue, vengono regolarmente sottoposti ad interventi di manutenzione e di restauro conservativo, con particolare attenzione al loro stato di suonabilità. Quelli il cui stato lo consente, vengono messi nuovamente in condizione di suonare. Dal 2012, inoltre, è stato inserito anche l’obiettivo di eseguire registrazioni audio su questi strumenti per la produzione di una serie di CD e di organizzare concerti, a cadenza annuale, volti alla loro promozione. È in questo ambito che, Lunedì 28 gennaio 2013 alle ore 21, avrà luogo presso la Galleria dell'Accademia, Tribuna del David, il concerto sul “Clavicembalo Espressivo” strumento storico della Collezione del Conservatorio “Luigi Cherubini”. Lo strumento, infatti, oggi in condizioni di completa efficienza musicale grazie ad un restauro eseguito da Kerstin Schwarz nel 2008, è stato utilizzato nel febbraio 2012 per la registrazione, nelle sale del Dipartimento degli Strumenti Musicali della Galleria dell’Accademia, del CD di recentissima pubblicazione “The Expressive Harpsichord”, che sarà presentato durante la serata. Questo clavicembalo fu realizzato da Thomas Culliford a Londra nel 1785 per conto della ditta Longman and Broderip. Si tratta di uno dei pochi strumenti sopravvissuti che combinano la presenza di una sola tastiera o manuale (anziché due, come è più frequente) con una serie di ingegnosi dispositivi che rendono più “espressivo” il suono ottenuto dalla sua meccanica a corde pizzicate. Parallelamente alla sempre maggiore diffusione dei pianoforti, i costruttori inglesi di fine Settecento infatti tentarono di ottenere dal clavicembalo una gradualità nell’intensità del suono, fino ad allora impossibile da raggiungere nei modelli tradizionali di questo strumento. Il programma del concerto, motivato dalle caratteristiche dello strumento ed in secondo luogo dall’area geografica in cui esso è stato realizzato, è rivolto a quattro degli autori in quegli anni più conosciuti ed apprezzati in Inghilterra, dove essi furono oggetto di un vero e proprio culto: Georg Friedrich Händel, Domenico Scarlatti nella revisione di Muzio Clementi, Philipp Emanuel e Johann Christian Bach. I brani saranno eseguiti dal clavicembalista Giovanni Togni, uno dei più interessanti musicisti specializzati nel repertorio tastieristico della fine del Settecento. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.  Il concerto è offerto dagli Amici del Museo degli Strumenti Musicali della Galleria dell’Accademia.


Polo e-news